Tombini e pulizia, ci risiamo

Lo scorso 19 Febbraio abbiamo inviato un Comunicato Stampa dal titolo “Salinella, occhio ai tombini” per denunciare il furto da parte di ignoti delle caditoie per lo scolo della pioggia in diverse zone del Quartiere Salinella.

Ci duole constatare che ad oggi, 24 Maggio, il problema è rimasto pressoché irrisolto, come si può evincere dalle fotografie da noi scattate su Via Golfo di Taranto:

Fotografie liberamente pubblicabili previa citazione della fonte.

Ribadiamo, ancora oggi e con più forza, quanto tutto ciò rappresenti un pericolo evidente per persone e cose, amplificato dal fatto che Via Golfo di Taranto sia un’arteria ad alta densità di traffico veicolare, utilizzata tra l’altro anche da ciclisti e runners.

A tutto questo si aggiunge la necessaria quanto radicale opera di pulizia e taglio delle erbacce, che in alcune strade raggiungono quasi i 2 metri di altezza e per le quali abbiamo già inviato diverse segnalazioni: già nei giorni scorsi alcuni ignoti cittadini hanno appiccato roghi – prontamente spenti dai Vigili del Fuoco – in via Golfo di Taranto e via Lago Maggiore (nelle vicinanze della Clinica Villa Verde e dell’Università).

Fotografie liberamente pubblicabili previa citazione della fonte.

All’Amministrazione Comunale, al momento evidentemente impegnata su altri fronti più “centrali” (riqualificazione Città Vecchia, ristrutturazione Palazzo degli Uffici o ancora il teatro Fusco, per fare qualche esempio), chiediamo di adoperarsi per risolvere definitivamente un evidente problema per la sicurezza dei cittadini, con la speranza che anche alle periferie possa finalmente essere restituita la giusta attenzione rispetto all’azione amministrativa: non esiste centro senza periferia, e non esiste periferia senza centro.

Incontro del 18 Aprile, buona la prima

Quello di Mercoledì 18 Aprile è stato un incontro molto positivo, durante il quale abbiamo potuto e voluto presentare noi e tutte le attività ed incontri da noi avuti nel corso dell’ultimo anno con l’Amministrazione Comunale.

Nel corso di questi mesi, infatti, abbiamo potuto portare sul tavolo del civico ente diverse segnalazioni affinché i diversi Assessorati possano porvi la necessaria attenzione. Tra queste, abbiamo evidenziato come non siano più sostenibili situazioni come quelle dell’Isola Ecologica e del così detto Mercatino delle Pulci, abbiamo suggerito diversi miglioramenti dal punto di vista urbanistico (ad esempio, manutenzione aree gioco per bambini ed aree verdi, pensiline per fermate dei pullman ad alta densità, realizzazione di una rotatoria all’incrocio della Clinica Villa Verde) o ancora portato avanti progetti per la tutela del territorio come quello del Parco Laudato Si’ per il quale potete trovare altri articoli sulle pagine di questo blog.

Durante l’incontro tutti coloro che sono intervenuti hanno avuto la possibilità di intervenire per 3 minuti (modalità che utilizzeremo durante i prossimi incontri), e possiamo scindere tutte le necessità del territorio in problemi di visibilità e risolvibilità immediata e progetti a lungo termine per i quali è necessaria una programmazione da parte di tutti i soggetti interessati.

E’ emerso che non è mai stato pienamente portata a termine la realizzazione del Contratto di Quartiere Salinella (del quale siamo alla ricerca di una copia) e che vi è una pressoché palese disattenzione nei confronti delle periferie urbane per le quali l’Amministrazione dovrebbe pensare ad un vero e proprio assessorato ad-hoc: diverse sono state infatti le lamentele riguardanti lo stato igienico e sanitario del quartiere, in particolar modo nelle zone vicine ai mercati (coperto, settimanale e delle pulci).

Lo SPI CIGL ha informato i presenti di aver presentato e fatto protocollare, lo scorso 25 Settembre 2017, una piattaforma di proposte comprendenti la riapertura di diversi servizi utili agli anziani (ad esempio la riapertura del Servizio Anagrafe in Via Salina Piccola) e per la quale non sono mai stati ricontattati.

Abbiamo poi potuto ammirare alcune delle tavole del Regio Tavolario Agrimensore Aniello Boccarelli, riprodotte e mostrateci da Filippo Girardi, al quale abbiamo chiesto di poterle mostrare durante un successivo incontro organizzato esclusivamente a tal proposito, in quanto crediamo che sia necessario il recupero della memoria storica della Salinella per poterla tutelare al meglio.

E’ con questo spirito costruttivo che tutti i presenti si sono quindi aggiornati ad un prossimo incontro, per il quale organizzeremo quanto prima un evento Facebook 🙂